Esplora contenuti correlati

Art. 33 D. Lgs. n. 33/2013 e D.L. n. 66/2014 - DPCM 22/09/2014

Data di pubblicazione: 11/05/2019
Data di ultimo aggiornamento: 20/09/2019
Le P.A. devono calcolare e pubblicare l'indicatore annuale di tempestività dei pagamenti secondo le indicazioni fornite dal DPCM 22/09/2014. Inoltre dovranno pubblicare tale indicatore calcolandolo anche su base trimestrale.
L'indicatore va calcolato determinando la somma, per ciascuna fattura emessa a tiolo di corrispettivo di una transazione commerciale, dei giorni effettivi intercorrenti tra la data di scadenza della fattura e la data di pagamento ai fornitori moltiplicata per l'importo dovuto, rapportata alla somma degli importi pagati nel periodo di rifeirmento.
Anno 2014
Indicatore tempestività dei pagamenti anno 2014: -1 giorni
Anno 2015
1° trimestre 2015: - 2,90 giorni

2° trimestre 2015: - 3,45 giorni
3° trimestre 2015: - 4,30 giorni
4° trimestre 2015: - 2,75 giorni
anno 2015: - 3,45 giorni
Indicatore tempestività dei pagamenti ANNO 2016
1° trimestre 2016: - 0,97 giorni
2° trimestre 2016: 0,57 giorni
3° trimestre 2016: 2,08 giorni
4° trimestre 2016: - 4,89 giorni
anno 2016: - 1,17

Indicatore di tempestività dei pagamenti anno 2017
1° trimestre 2017: 0,82
2° trimestre 2017: 2,07
3° trimestre 2017: -1,59
4° trimestre 2017: 4,10

anno 2017: 1,53
Indicatore di tempestività dei pagamenti anno 2018
1° trimestre 2018: -0,89
2° trimestre 2018: -6,16
3° trimestre 2018: -6,02
4° trimestre 2018: -6,24

anno 2018: -4,69
Indicatore di tempestività dei pagamenti anno 2019
1° trimestre 2019: -6,03